Una grande donna…da scoprire

Tamara de Lempicka
Tamara de Lempicka

Una donna che piace alle donne. Libera, viaggiatrice, alla moda, progressista, eccentrica, elegante e trasgressiva, simbolo di un’epoca e protagonista indiscussa di un movimento, quello dell’Art Déco. È Tamara de Lempicka, omaggiata a Torino con una mostra a Palazzo Chiablese fino al 30 agosto, a cura di Gioia Mori che ha dato un taglio inedito capace di penetrare nell’intimità della pittrice polacca. Sono 80 le opere in esposizione dell’artista adorata e imitata da Madonna che è divenuta una delle sue principali collezioniste insieme all’attore Jack Nicholson e alla cantante Barbra Streisand. Open Your Heart, Express Yourself, Vogue sono tra i video cult della popstar americana nei quali sono presentate alcune opere della Lempicka, utilizzate anche come scenografie di alcuni concerti, contribuendo alla riscoperta e alla rivalutazione, soprattutto mediatica, della pittrice.

E l’alone di mistero che circonda la sua vita privata, a partire dall’incertezza sulla data e sul luogo di nascita orchestrata a dovere dall’artista stessa, definisce il personaggio e attira ancor più l’attenzione su Tamara Gurnick-Gorzka, figlia di una polacca e di un ebreo russo, nata intorno al 1898. Due matrimoni alle spalle, una figlia e molti amanti, una bisessualità dichiarata, una frequentazione costante dei salotti buoni e una vita spesa in feste grandiose fino a dilapidare le sue fortune, fanno della pittrice un esempio precoce di emancipazione femminile e il simbolo di una nuova modernità. La mostra prova proprio a ricostruire, anche attraverso l’aiuto di fotografie, aneddoti, accessori, il suo privato e il suo percorso creativo aggrappandosi a quei pochi dati certi che lei stessa ama mescolare e confondere.

fonte: Il Fatto Quotidiano – Francesca Polacco

http://www.delempicka.org/tamaras-life/biografia-italiano.html

Lascia un commento